Di recente acquisizione è l’idrossiapatite nanocristallina sintetica (NHA), che caratterizza una classe significativa di BG con migliorate caratteristiche osteointegrative. Uno studio di Schnettler et al. del 2004 aveva già evidenziato quanto l’NHA potesse indurre l’attività degli osteoblasti con una nuova osteogenesi e creare un solido legame con l’osso recentemente depositato.

Il materiale NHA differisce dai biomateriali a base di idrossiapatite microcristallina per la sua composizione chimica, simile tra l’altro al minerale osseo. La dimensione delle particelle di NHA è di circa 18 nm, e consente una più rapida sostituzione ossea.

Tipologia di ricerca e modalità di analisi
In una revisione sistematica, pubblicata on-line su Annals of Anatomy di dicembre 2021, gli autori hanno valutato gli esiti clinici delle lesioni intraossee parodontali utilizzando innesti di idrossiapatite nanocristallina (NHA) confrontandoli con quelli ottenuti dopo trattamento di debridement a cielo aperto (OFD).

In questa revisione sono stati presi in considerazione solo gli studi clinici randomizzati (RCT) e controllati (CCT). Le differenze medie ponderate sono state calcolate per il guadagno del livello di attacco clinico (CAL), per la riduzione della profondità di sondaggio delle tasche parodontali (PPD) e per le alterazioni delle recessioni gengivali (REC).

Il criterio riveduto dalla Chocrane del Rischio di Bias per gli studi randomizzati (RoB2) e del Rischio di Bias per gli studi di interventi non randomizzati (ROBINS-I) sono stati utilizzati, rispettivamente, per la valutazione della qualità degli studi.

Risultati
Dei 22 articoli full-text identificati, tre RCT, un CCT e un follow-up retrospettivo sono stati inclusi nella revisione sistematica. Tutti e cinque gli studi comprendevano la valutazione quantitativa. L’uso dell’innesto NHA ha rivelato un guadagno di CAL di 0,96 mm e una riduzione di PPD di 0,97 mm rispetto al trattamento controllo OFD.

Tuttavia, in termini di modifiche REC non sono stati dimostrati benefici considerevoli per i trattamenti eseguiti con innesto NHA rispetto a quelli in cui è stato eseguito solo OFD.

Conclusioni
Dai dati di questa revisione, che devono trovare conferma in altri lavori analoghi, si può concludere che l’innesto bioattivo di idrossiapatite nanocristallina NHA offre risultati clinici promettenti in parodontologia rigenerativa e può essere preso in considerazione per la gestione dei difetti intraossei parodontali.

Implicazioni cliniche
L’uso dell’innesto NHA ha fornito considerevolmente migliori risultati clinici nei difetti intraossei rispetto al trattamento di solo OFD. Sono necessari però ulteriori studi futuri per valutare l’efficacia dell’innesto di NHA rispetto a quella ottenuta mediante altri materiali rigenerativi specifici, con più lunghi periodi di follow-up, con campioni di dimensioni maggiori e con difetti alla forcazione.

Per approfondire

SEDE

Via Lucania, 23
20090 Buccinasco (MI) - ITALIA

Vieni a trovarci

MAIL

info@overmed.eu
overmed@legalmail.it

Scrivici

TELEFONO

+39 02 45712909
Fax: +39 02 45712909

Chiamaci

Seguici su

OVERMED Srl
P.IVA: 04159060963

Sede legale:
Via Larga, 13
20122 Milano (MI) – ITALIA

Sede operativa:
Via Lucania, 23
20090 Buccinasco (MI) – ITALIA

Tel: +39 02 45712909
Fax: +39 02 45712909
Mail: info@overmed.eu
Pec: overmed@legalmail.it

Powered by [WebFrontier]

X

OVERMED Srl – MEDICAL DEVICES

  • In ottemperanza con quanto previsto dalla normativa vigente, dichiaro sotto la mia responsabilità di essere un professionista del settore odontoiatrico e di essere pertanto autorizzato a prendere visione del contenuto di questo sito internet.